CANTO - accademusica

Vai ai contenuti

Menu principale:

POP/ROCK
 
 
 
Ivana Pellicanò
Si avvicina al canto all’età di sei anni ed inizia a partecipare ai primi concorsi canori.
Inizia studiare privatamente a Messina col tenore Francesco Venuti  all’età di otto anni e successivamente al Diploma di Restauro Pittorico conseguito presso l’Ist. d’Arte  Alfonso Frangipane , si laurea in Canto Lirico nel 2009 presso il Conservatorio Francesco Cilea col massimo dei voti.
Nel 1998 partecipa,classificandosi ai primi posti,ai concorsi: la Torre D’Oro,il Giglio D’Argento,il Cantagiro Calabria e successivamente invitata come ospite a diverse manifestazioni canore ed artistiche con vari passaggi televisivi in tv locali e regionali; 1999 semifinalista al Festival di Napoli; 2000 finalista al Premio Mia Martini; 2002 inizia a lavorare con alcune formazioni musicali,esibendosi in piazze,club,locali e varie manifestazioni.
Studia canto lirico col soprano Serenella Fraschini ed oltre al canto,si appassiona all’Arte Scenica e questo la porta negli anni a seguire diversi stage dedicati alle tre arti principali dello spettacolo.
Nel 2006 frequenta a Roma,dei laboratori di teatro con Valerio Pino e Gianfranco D’Angelo; di danza con Alessandro Molin e Mvula A. Sugari e canto jazz con Rossana Casale.
2006 partecipa come cantante alla prima puntata di CD Live Estate ‘’Parole&Baci ‘’tenutasi a Reggio Calabria,con passaggio televisivo su Rai2.
2007/8 Campus dello Spettacolo (musica-teatro-danza) con Angelo Valsiglio,Luigi Pignalosa,Pierluigi Ferrillo e Fio Zanotti.
2008 Estate Laurentina 2008 premio‘Stelle Nascenti’ Chiorio S.Lorenzo (RC).
 Nel 2009 pubblica il singolo ‘ Billie Jean’ riarrangiato per piano e voce col progetto in Duo ‘double two’ con Angelo di Marco(pianista,compositore,arrangiatore) per la ScaccoMatto Records in vendita su iTunes.
Contemporaneamente all’attività di cantante, dal 2011 ad oggi è infatti la Voce solista del progetto musicale  Plaisir Musique ,inizia quella di autrice, aggiudicandosi con tre dei suoi brani inediti nel 2011 il ‘Premio Gatto Panceri’, nel 2015 il 2°posto all’Eboli Festival con la direzione artistica di Dario Salvatori e nel 2014 un suo brano arriva in semifinale a Castrocaro.
In questi anni cresce,contemporaneamente al canto,l’interesse per il teatro e per il musical specialmente.
Nel 2007 fa parte dell’ensamble in Turandot di Giacomo Puccini diretta dal M. Alberto Veronesi in scena durante il Festival Pucciniano a Torre del Lago;
Nel 2008 ensamble in ‘ Maria di Nazareth il Musical’ con la regia di M.P. Liotta e musiche di Stelvio Cipriani,in scena alla Sala Nervi in Vaticano;
Nel 2010 ensamble in la Bohéme di Giacomo Puccini in scena al Teatro Cilea.
2010 entra a far parte del progetto ‘JazzTrio’ fondato nel 2005 da Angelo di Marco,dapprima incentrato sul riaragiamento di vari standard jazz,blues e swing,per poi intraprendere un percorso di inediti con influenze latin e pop. Con questa formazione partecipa a numerosi concerti in Rassegne Festival e Jazzclub in Calabria e Sicilia.
Dal 2010 al 2015 E' Docente di canto moderno presso la ‘ Associazione musicale Mediterranea’ di Reggio Calabria.
2013 ospite d’onore al Mino Reitano Story di Gegè Reitano e successivamente registra alcune special track del disco tributo a Mino Reitano,per la Master T srl (RC) tra cui l’Ave Maria degli Angeli scritta da Franco Reitano.
Nel 2013 viene scelta come protagonista femminile nello spettacolo musico-teatrale
'Dalle Lasagne al Broadway' di e con Gigi Miseferi  in scena al Teatro delle Muse ed è ospite del programma radiofonico ‘Citofonare Cuccarini’ con Lorella Cuccarini in onda su  Radio Rai 2.
Nel 2015 è la Voce solista dello spettacolo ‘ Con il cuore si va ovunque’ con Giusy Versace e Raimondo Todaro e dello spettacolo lirico/gospel  ’La Musica dello Spirito’,scritto da lei stessa,
con le letture  sceniche di Gigi  Miseferi.
In questi anni perfeziona lo studio di diversi generi musicali ed approfondisce quello sulle tecniche vocali : Nel 2010 durante le Clinics dell’Umbria Jazz a Perugia, studia jazz con Cinzia Spata e Stefania rava, blues  Donna Mc Elroy e gospel  Dannis MontGomery III,tutti docenti del Berklee College of Music di Boston.
2015 Seminario sulla Vocologia artistica e lo Studio delle voci Estreme con Eleonora Bruni, Erika Biavati, Franco Fussi.
2015 Master Class sul Music business con Dom Famularo, Christine Ohlma, Liberty De Vitto, Joe Hibbs, Paul Quinn, Frederic Macarez.
2010/2015  Audistage con Stefano Bollani, Gege Telesforo,Kurt Elling (presso Umbria jazz festival) , Simona Molinari e Giò di Tonno (presso il Teatro Cilea ,dottor Jackyll e Mr. Hyde).
Inoltre fequenta diversi  seminari di canto e interpretazione con Cheryl Porter, Rossana Casale, Giò di Tonno, Luca Palma , Luca Pitteri, Francesco Rapaccioli.
Dopo un breve periodo bolognese, si trasferisce a Roma nel 2015 per approfondire lo studio del musical.
Dapprima frequenta una masterclass presso il LIM  dove studia: Recitazione e Theatre Dance con Cesare Vangeli, Canto e Tecnica  vocale con Raffaella Misiti, Tip Tap con Michaela Squincimarro, Canto corale con Emiliano Begni, Musical dance con Cristina Pensiero.
Da ottobre 2015 frequenta il M.I.P. Musical in Progress con la direzione artistica di Chiara Noschese all’linterno del quale studia recitazione con Sonia Barbadoro , tecnica vocale con Stefano Zanchetti, danza di repertorio con Stefania Pacifico , lettura dello spartito con Simone Polacchi ,tecnica interpretativa e dizione con Cinzia Allitto, espressione corporea con Lavinia Savignoni.
Master Class con Saverio Marconi, Francesca Taverni, Fabrizio Angelini e Gianfranco Vergoni, Marco Gandini, Dino Scuderi, Doris von Thury, Carline Brouwer.
Nel 2015 E' la Voce solista del progetto musico-teatrale dedicato a Mia Martini, ‘La Mia Memoria’, con Gigi Miseferi e Leda Bertè.
Inoltre in scena a giugno 2016 al Teatro Lo Spazio (RM) con lo spettacolo 'Quello che resta' regia di Chiara Noschese,assieme ai ragazzi del Musical in Progress.
Attualmente continua la sua attività di cantante ed insegnante di canto moderno.

PROGRAMMA DIDATTICO 
Il primo obiettivo è quello di favorire un apprendimento pratico e diretto dell’apparato vocale e relativo suo canto, tramite nuove metodologie didattiche. Sia per i piccoli che per i grandi , è previsto uno studio “su misura” che prevede un programma capace di soddisfare precise richieste personali. Il Corso di Canto Base ha il proposito di lasciare all’allievo/a una buona tecnica di base per cantare correttamente, cercando di non danneggiare le corde vocali, tipico errore di un’impostazione non corretta. L’allievo/a raggiungerà un livello di preparazione volto a intraprendere le prime esperienze musicali, come cantare dal vivo e partecipare a concorsi.
TECNICA VOCALE - pratica canto, Tecnica vocale (uso del diaframma, respirazione, sostegno, ancoraggio) ; - anatomia (apparato fono-respiratorio); - ear Training (miglioramento dell’intonazione attraverso esercizi di sviluppo dell’orecchio musicale).
TECNICA INTERPRETATIVA
- dizione Correzione dei difetti di pronuncia -Interpretazione del testo - comportamento scenico -Consapevolezza della propria presenza sul palco -Il linguaggio del corpo - espressione facciale e corporea
NELLO SPECIFICO:
- respirazione polmonare con l’apporto addominale e costo-diaframmatico; - esercizi di respirazione corretta; - esercizi di rilassamento dei muscoli facciali e della lingua per rendere indipendenti i vari organi impegnati nell’emissione del suono; - conoscenza della morfologia dell’apparato fonatorio; - gli attacchi: Glottale-Aspirato-Simultaneo; - esercizi come collegare il respiro al suono dove pensarlo e posizionarlo; - teoria e pratica:L’Ancoraggio di testa e del torso; - esercizi per sostenere la voce attraverso l’allenamento dei muscoli preposti; - arpeggi e scale a bocca chiusa e con l’utilizzo del Bubbling , per la corretta percezione dell’appoggio della voce sul fiato con la conseguente liberazione totale della costrizione della gola e il controllo della Colonna d’aria; - primi vocalizzi con suoni congiunti ed arpeggi di tre,quattro, cinque note; - teoria: i registri di petto e di testa , “mascherare” la voce; - esercizi vocali per la percezione dei vari registri e per migliorare la risonanza; - esercizi per lo sviluppo degli armonici della voce ; - risolvere i problemi legati al cambio di registro e ai cambi di risonanza -Studio tecnico sul percepire la differenza la differenza dei cambi di registri come discorso- falsetto; - approccio con le canzoni applicando i concetti di tecnica appresi; - studio del testo con il muto e le solo vocali; - esecuzioni di brani di medio –bassa difficoltà.
CORSO DI CANTO AVANZATO
Il Corso di Canto Avanzato è rivolto a chi è già in possesso delle tecniche di base e intende svilupparle con un programma mirato al raggiungimento di un alto livello di preparazione. - pratica canto (tecnica vocale, respirazione, sviluppo dell’estensione, anatomia, stili e interpreti, igiene vocale); - ear- training (canto Microfonico, costruzione di un proprio repertorio); - improvvisazione. dizione, correzione dei difetti di pronuncia, interpretazione del testo; - esecuzione di brani a difficoltà crescente, esecuzioni dal vivo; - comportamento scenico (consapevolezza della propria presenza sul palco, il linguaggio del corpo).
NELLO SPECIFICO. - uso volontario delle risonanze:il palato molle, la laringe e la faringe. - apertura sulle vocali del suono a bocca chiusa e prime nozioni di Dizione. - esercizi per migliorare lo strumento interpretativo,per cantare piano le note alte,ripasso degli attacchi, controllo volontario dei cambi di timbro attraverso lo studio delle qualità vocali (Discorso,Falsetto , Twang, Belting ed Opera). - controllo della Dinamica (da pianissimo a forte e così di seguito). - esercizi tecnici di media ed alta difficoltà: con legature, portamenti e vari intervalli. - potenziamento dell’emissione ,estensione e agilità. - sviluppo delle parti estreme dell’estensione, gravi e sovracuti. - - studio dei brani nell’aspetto interpretativo ricercando la propria personalità artistica. - studio tecnico ed interpretativo di canzoni di alta difficoltà, esplorando le caratteristiche timbriche e stilistiche dei vari generi musicali (rock, blues, pop, jazz, ecc.) - esercizi per lo sviluppo dell’improvvisazione.
L’Obiettivo è fornire allo studente un elevato livello di preparazione tale da intraprendere la carriera professionale nel mondo della musica.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu